L’importanza della componente Visual nel contesto eLearning

Nell’era dell’informazione, i contenuti visuali giocano un ruolo importante nella nostra vita quotidiana. Poiché il 65 percento della popolazione apprende in maniera visuale, le immagini rivestono un ruolo chiave nella formazione eLearning e nel coinvolgimento dei discenti.

Le immagini fisse e in movimento sono state adottate nei materiali di apprendimento per decenni, ma solo adesso, grazie all’evoluzione delle connessioni a banda larga, le reti cellulari e gli schermi ad alta risoluzione, hanno reso possibile che le immagini di alta qualità facciano parte del visual design nel contesto eLearning. Le interfacce grafiche composte da foto, illustrazioni, grafici, mappe, diagrammi e video stanno gradualmente sostituendo i corsi basati principalmente su testi scritti.

Perchè i progettisti eLearning dovrebbero utilizzare un approccio visual nella progettazione dei loro corsi?

1. Le immagini restano nella memoria a lungo termine

Sia la memoria a breve termine che la memoria a lungo termine memorizzano le informazioni in chunks (blocchi), ma sappiamo che la memoria a breve termine è limitata. Uno dei modi più semplici per garantire che gli studenti memorizzino le informazioni nella loro memoria a lungo termine consiste nell’accoppiare concetti con immagini significative. La ricerca ha scoperto che i concetti vengono memorizzati in maniera migliore rispetto a fornire le stesse informazioni attraverso il canale uditivo o testuale. Le immagini  aiutano le persone a comprendere il contenuto e ad attirare l’attenzione, aumentando le possibilità di ricordare i concetti.

Inoltre, questo effetto aumenta nel tempo. Uno studio ha rilevato che dopo tre giorni, un utente ha conservato in memoria solo il 10-20% delle informazioni scritte o parlate, ma quasi il 65% delle informazioni visive. Un altro studio ha dimostrato che un testo illustrato è più efficace del 9% rispetto al solo testo in una verifica di comprensione immediata e l’83 % più efficace quando il test viene svolto successivamente.

2. Le immagini trasmettono i messaggi più velocemente

Secondo la Visual Teaching Alliance

  • Il cervello può vedere immagini che durano anche solo 13 millisecondi.
  • I nostri occhi possono registrare 36.000 messaggi visivi all’ora.
  • Possiamo ottenere il senso di una scena visiva in meno di 1/10 di secondo.
  • Il 90% delle informazioni trasmesse al cervello è visivo.
  • Le immagini vengono elaborate 60.000 volte più velocemente nel cervello rispetto al testo.
  • Il 40% delle fibre nervose è legato alla retina

Tutto ciò indica che gli esseri umani elaborano le informazioni visive in modo più efficiente del testo. Proviamo con questo piccolo esempio:

La progettazione di un corso eLearning che valorizza l’aspetto visuale e grafico dei contenuti, facilita quindi la comprensione immediata dei concetti e riduce il tempo relativo alle spiegazioni teoriche. Pensaci: quale contenuto sarebbe meglio strutturato come un’immagine o un video, piuttosto che un elenco puntato?

3. Le immagini migliorano la comprensione

È stato riscontrato che le immagini migliorano l’apprendimento fino al 400%. Inoltre, le immagini influenzano gli studenti a livello cognitivo e stimolano l’immaginazione, consentendo quindi agli utenti di elaborare le informazioni più velocemente. Robert E. Horn della Stanford University, ha spiegato chiaramente questa relazione: “Quando le parole e gli elementi visivi sono strettamente collegati tra di loro, creiamo qualcosa di nuovo e aumentiamo la nostra intelligenza comune (…) il linguaggio visivo ha il potenziale per aumentare la “larghezza di banda umana”- la capacità di prendere, integrare, comprendere e sintetizzare in modo più efficiente grandi quantità di nuove informazioni”.

Altri studi hanno rilevato che le immagini, come gli organizzatori grafici, migliorano le prestazioni in aree quali:

  • Comprensione della lettura
  • Risultati degli studenti
  • Organizzazione e comunicazione di idee
  • Trovare schemi e relazioni

Questa infografica mostra come i nostri cervelli sono pre-cablati per interpretare automaticamente le relazioni tra gli oggetti, consentendo una comprensione quasi istantanea con il minimo sforzo:

elementi visivi nell'eLearning

fonte: pinterest.com

4. I segnali visivi innescano emozioni

Le immagini provocano una reazione più veloce e più forte delle parole. Aiutano gli utenti a interagire con il contenuto e tali reazioni emotive influenzano la memorizzazione delle informazioni. Questo perché la memoria visiva è codificata nel lobo temporale mediale del cervello, lo stesso luogo in cui vengono elaborate le emozioni. Il cervello è impostato in modo tale che gli stimoli visivi e la risposta emotiva siano facilmente collegati, e insieme i due formano ricordi. Un esempio sono le rappresentazioni visive negative che solitamente lasciano una impronta emotiva.

Anche i concetti astratti possono trarre beneficio dalle immagini, quando si usano metafore visive. Includere metafore visive aiuta ad esprimere le emozioni ed innescano una risposta emotiva immediata. Vedi ad esempio le immagini persuasive:

5. Le immagini motivano gli studenti

Circa il 40% degli studenti risponde meglio alle informazioni visive rispetto al solo testo. Vedere semplicemente una foto consente agli utenti di ricreare l’esperienza nella loro mente. Da ciò si può trarre dunque un vantaggio raccontando storie attraverso immagini coinvolgenti e video avvincenti.

6. Attenzione: l’uso scorretto  delle immagini può anche interferire con gli studenti

È importante notare che la grafica può anche avere un impatto negativo sull’apprendimento se utilizzate in modo inappropriato. Quando sullo schermo compaiono immagini fuori tema (chiamati distrattori), come quelli usati per scopi puramente decorativi, gli studenti cercheranno inconsciamente di capire il messaggio e il motivo dell’immagine.

Di seguito sono riportati esempi di immagini che i creatori del corso dovrebbero sempre evitare nella progettazione visiva:

  • Immagini che sono ovviamente fotografie di stock
  • Grafica generica che mostra una chiara mancanza di immaginazione
  • Immagini di scarsa qualità, a bassa risoluzione, sovra-compresse o mal ridimensionate.

D’altro canto, immagini ben selezionate possono migliorare la comprensione e l’intuizione quando tali immagini vengono posizionate strategicamente all’interno di un corso. A differenza del testo, le immagini hanno il potere di arricchire la comunicazione e stimolare la risposta emotiva. Per utilizzare le immagini in modo da rafforzare il materiale del corso e facilitare l’apprendimento, è necessario utilizzare immagini che:

  • Rappresenta oggetti, persone o luoghi reali
  • Semplifica idee complesse o astratte

Bisognerebbe in parole povere usare immagini significative e che hanno un valore chiaro, altrimenti rimangono – nel migliore dei casi – distrazioni e, nel peggiore dei casi, danno un’impressione sbagliata agli studenti.


Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi